Modulistica

Verifica contatore

SCARICA IL MODULO DI VERIFICA CONTATORE

Nel caso in cui l’Utente ritenga che il proprio contatore non funzioni regolarmente e segni consumi eccessivi rispetto all’effettivo utilizzo, dopo avere escluso la presenza di eventuali perdite occulte interne al proprio impianto, può richiedere una verifica del contatore, mediante la compilazione, sottoscrizione e consegna dell’apposito modulo:

1) presso uno degli sportelli di Pavia Acque
2) via e-mail all’indirizzo gestioneclienti@paviaacque.it
3) mediante fax al n. 0382 434893

L’Utente sarà contattato dai tecnici di Pavia Acque o della Società Operativa Territoriale competente per concordare la data dell’intervento.

La verifica metrica non va richiesta nel caso in cui si ritenga che il contatore sia fermo. In questo caso l’Utente può fare una segnalazione al call center commerciale 800.193.850, cui seguirà un ordine di sostituzione del contatore, che sarà programmato dai tecnici nell’arco di alcune settimane

Sono previste due modalità di verifica del contatore:

  • la verifica di funzionalità da parte del Gestore (per contatori con diametro fino a 40 mm), svolta da Pavia Acque o dalla Società Operativa, mediante strumento tecnico certificato, utilizzabile in alcuni casi presso l’Utente oppure, in relazione alle caratteristiche del contatore e alla sua ubicazione, presso banco di prova presso Pavia Acque o Società Operativa. Il costo è 120 euro + IVA 10%
  • la verifica di funzionalità presso un laboratorio esterno (per contatori con diametro maggiore di 40 mm o se richiesto dall’Utente), che richiede tempi più lunghi (circa 30 giorni) per l’invio del contatore al laboratorio e per l’esecuzione della verifica. Il costo varia dai 230 euro +IVA 10% ai 350 euro +IVA 10% in funzione del dimetro del contatore (a preventivo per diametri superiori ai 50 mm).

Nel caso in cui la verifica evidenzi un funzionamento del contatore non regolare, con uno scostamento in eccesso superiore ai limiti di tolleranza previsti dalla normativa vigente alle diverse portate, Pavia Acque provvederà alla ricostruzione dei consumi, sulla base della percentuale di errore rilevata, con accredito del ricalcolo nella prima bolletta utile emessa dopo l’esito della verifica.
In caso di verifica negativa, cioè se il contatore funziona correttamente, sarà addebitato all’Utente l’importo previsto.
Nel caso in cui l’errore fuori tolleranza sia negativo, Pavia Acque si riserva di procedere all’addebito dei consumi non rilevati.
L’eventuale ricalcolo dei consumi sarà applicato all’ultima bolletta emessa anteriormente alla richiesta di verifica del contatore e ai consumi maturati fino alla sostituzione del misuratore o all’esecuzione della verifica in loco.

Ai sensi del DM 93/2017, è facoltà dell’Utente richiedere anche un intervento di verifica metrologica in contraddittorio, che sarà effettuata presso Organismi accreditati da Unioncamere, con il supporto dell’ufficio metrico della Camera di Commercio di Pavia, secondo modalità e costi da questa previsti.
La richiesta andrà inoltrata direttamente alla Camera di Commercio e Pavia Acque fornirà l’assistenza tecnica per lo smontaggio del contatore e la consegna all’Utente.