News

Pavia Acque sottoscrive con i membri di Water Alliance il protocollo di intesa “Acqua Eco Sport”

Un modello virtuoso di organizzazione e gestione delle manifestazioni sportive ecologiche, caratterizzato dal consumo dell’acqua pubblica, fresca e a km zero, in sostituzione di acqua conservata in contenitori di plastica.  Lo propone il protocollo di intesaAcqua Eco Sport”, sottoscritto da Pavia Acque e dai membri di Water Alliance, nell’ambito del convegno “Lo sport ecosostenibile, un protocollo a difesa dell’ambiente”, che si è tenuto il 1° dicembre 2017 nella splendida cornice del Salone dei Quadri del Palazzo Comunale di Cremona.

Un progetto innovativo che coinvolge il settore idrico, il mondo dello sport e dell’ambiente, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministero per lo Sport, dal Ministero dell’Ambiente, dal CONI nazionale, dal CONI regionale, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Cremona.

“Il fare sport – spiega il presidente di Pavia Acque, Matteo Pezza – è di per sé indissolubilmente legato al tema della sostenibilità ambientale perché chi fa sport deve pretendere di farlo in un ambiente sano. Il protocollo che abbiamo sottoscritto si muove proprio nel filone della sostenibilità ambientale puntando a ridurre la plastica utilizzata durante gli eventi sportivi e incentivando a utilizzare l’acqua di rete”.

Il crescente e incontrollato inquinamento è un problema di tutti, riguarda ciascuno di noi e ci mette nella condizione di agire, dando un contributo quotidiano e significativo perché solo adottando piccoli gesti e semplici attenzioni possiamo invertire la pericolosa deriva ambientale che affligge da troppo tempo l’intero pianeta.

Un forte interesse al protocollo è stato espresso da Regione Lombardia che l’ha già approvato, con deliberazione di Giunta, dal Ministero dell’Ambiente, dalla presidenza del consiglio dei Ministri Ministero per lo Sport e dal CONI provinciale e nazionale.

Water Alliance è la prima rete di imprese tra aziende idriche in house della Lombardia. Ne fanno parte Gruppo CAP, BrianzAcque, Uniacque, Padania Acque, Lario Reti Holding, SAL, Pavia Acque e Secam: otto aziende pubbliche del servizio idrico integrato che insieme garantiscono un servizio di qualità a oltre 5 milioni e mezzo di abitanti (più della metà dei cittadini lombardi), e che hanno deciso di fare squadra per coniugare il radicamento sul territorio e le migliori pratiche nella gestione pubblica dell’acqua. Il progetto ha il patrocinio di ANCI Lombardia e Confservizi Lombardia.

Questo sito utilizza cookies di tipo tecnico per i quali non è necessario acquisire il consenso. Proseguendo nella navigazione i cookies tecnici verranno utilizzati secondo quanto previsto dal Provvedimento del Garante del 08.05.2014. Per le informazioni sul loro funzionamento leggi la COOKIE POLICY Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close